Un vero grido di dolore il peso del debito del comune di Napoli

La delibera del Comune di Napoli che richiama la responsabilità dello Stato rispetto ai debiti ereditati dai diversi commissariamenti susseguitisi negli anni, rappresenta un vero grido di dolore. È giusto sollecitare l’attenzione del governo sulla situazione del bilancio del Comune su cui pesano in modo intollerabile i costi delle passate emergenze. Si tratta di un’esigenza reale a cui occorre riconoscere carattere pienamente politico con una larga iniziativa locale e nazionale. Non può essere sufficiente un atto amministrativo coraggioso che tuttavia, nell’attuale ordinamento, non può che avere un impatto solo simbolico.
Considerato che il peso del debito di tutti i comuni italiani rappresenta poco più del 1% del debito nazionale e che su di essi gravano le funzioni di sostegno e della corresponsione di servizi ai cittadini, compiti resi più gravosi per gli effetti della crisi Covid, l’esigenza di liberare risorse per tali finalità non è più rinviabile.
Anni di tagli e politiche di marginalizzazione del sud, unitamente alle logiche perverse dell’armonizzazione contabile consegnano un’area di 3 milioni di abitanti come quella di Napoli al rischio nei prossimi mesi di un collasso economico e di una catastrofe sociale a cui sarà impossibile fare fronte senza strumenti adeguati.
Per queste ragioni Sinistra italiana sosterrà, con i mezzi adeguati e nelle sedi opportune, la battaglia del Comune di Napoli.

Sinistra Italiana

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*